diritto penale europeo
diritto
dirittto penale europeo
la giurisprudenza italiana
 
 
Diritto Penale Europeo
Dettaglio Articolo
L'interpretazione del diritto convenzionale da parte dei Giudici nazionali e' sindacabile dalla CEDU solo quando è' arbitraria.

Importante pronuncia della C.E.D.U. ( affaireStaibano ed altri c/ Italia, nr. 29907/07 del 4.2.2913) che ricorda come gravi in prima istanza sulle autorità nazionali, e in particolare, allecorti e ai tribunali, l’onere e la responsabilità di interpretare il diritto interno,ed afferma che non è competente a sostituire la propria interpretazione aquella nazionale, salvo che in presenza di decisioni manifestamente arbitrarie.Tale principio è particolarmente pregnante in relazione all'interpretazione daparte dei tribunali delle norme di natura procedurale, quali i termini chedisciplinano l'introduzione dei ricorsi. In linea di principio, compete aitribunali interni il controllo sull'osservanza delle norme proprie relative aitermini nello svolgimento dei processi (Tejedor García c. Spagna, 16 dicembre1997, § 31, Raccolta 1997-VIII).Resta il fatto che i ricorrenti, che avevano adito igiudici amministrativi in buona fede e in un regime giuridico che poteva darluogo ad una pluralità di interpretazioni plausibili, sono stati privati dellapossibilità di reintrodurre i loro ricorsi dinanzi ai tribunali definitivamenteindividuati come competenti, ovvero il giudice del lavoro (v. inoltre,nell’ambito  dell'esame del ricorso ai sensi del Protocollo n. 1, paragrafi 54-56 qui di seguito). Il diritto d'accesso a untribunale è risultato quindi leso nella sua sostanza. Vi è stata dunque unaviolazione dell’articolo 6 § 1 della Convenzione.   

   
<<< Torna Indietro