diritto penale europeo
diritto
dirittto penale europeo
la giurisprudenza italiana
 
 
Giurisprudenza di Legittimità
Raccolta Giurisprudenza Italiana
diritto penale europeo
In tema di misure di prevenzione patrimoniali, la «ragionevole correlazione temporale», tra l'acquisto del bene e il momento di accertato pericolosità qualificata del proposto (necessaria per evitare il rischio di rendere particolarmente problematico l'assolvimento dell'onere ...
 Ai fini dell'applicazione di misure di prevenzione nei confronti di indiziati di appartenere ad associazioni di tipo mafioso è necessario accertare il requisito della "attualità" della pericolosità del proposto (In motivazione la Corte ha precisato che solo nel caso in cui su ...
 Come affermato dalle SS.UU. la confiscabilita' in danno di eredi od apparenti proprietari dei beni non puo' piu' trovare giustificazione nel rapporto pertinenziale res - soggetto preposto, potendo giustificarsi solo in ragione della "qualita' " oggettiva dello stesso bene, ...
Secondo la pacifica giurisprudenza di questa Corte, il contrasto di giudicati rilevante ai fini della revocabilita' di un provvedimento definitivo non ricorre nell'ipotesi in cui lo stesso verta sulla valutazione giuridica attribuita agli stessi fatti dai due diversi giudici (S ...
L'istituto della revisione, prevalente sul principio del giudicato, si fonda sulla necessita' di correggere l'errore giudiziario basato su elementi di fatto; invece l'errore di diritto e' emendabile solo all'interno del procedimento che si e' concluso con la sentenza della ...
La previsione dell'articolo 2 c.p., comma 3 costituisce soltanto un'eccezione al principio generale, secondo il quale il mutamento di disciplina operato dal legislatore secondo valutazioni discrezionali di politica criminale e di opportunita' anche sul piano etico e sociale, a ...
E' stato affermato da un consolidato indirizzo interpretativo di questa Suprema Corte che "In tema di revisione, con riguardo alla specifica previsione di cui all'articolo 630 c.p.p., lettera c), quando le nuove prove offerte dal condannato (costituite, nella specie, da testim ...
In tema di confisca di prevenzione, la sproporzione tra i beni posseduti e le attività economiche del proposto non può essere giustificata adducendo proventi da evasione fiscale, qualunque sia la categoria di pericolosità sociale riferibile al proposto. Corte di Cassazione, Sezio ...
L' applicazione del principio secondo cui la presunzione di attualita' della pericolosita' non e' assoluta ed e' destinata ad attenuarsi, facendo risorgere la necessita' di una puntuale motivazione sul punto, anche nei confronti di appartenenti ad associazioni di tipo mafio ...
 La confisca di prevenzione patrimoniale adottata nei confronti di un soggetto “prossimo” alla ‘ndrangheta non può essere basata sulla sua pericolosità sociale dedotta dal suo status di evasore fiscale. Lo sostiene la Cassazione secondo cui non può esservi applicazione ...
 La confisca di prevenzione patrimoniale adottata nei confronti di un soggetto “prossimo” alla ‘ndrangheta non può essere basata sulla sua pericolosità sociale dedotta dal suo status di evasore fiscale. Lo sostiene la Cassazione secondo cui non può esservi applicazione ...
In tema di specifica previsione di cui all'articolo 630 c.p.p. , lettera c), quando le nuove prove offerte dal condannato - costituite in particolare da testimonianze - abbiano natura speculare e contraria rispetto a quelle gia' acquisite e consacrate nel giudicato penale, il g ...
È ammissibile la richiesta di revisione di una sentenza di patteggiamento per inconciliabilità con l'accertamento compiuto in giudizio nei confronti di altro imputato per il quale si sia proceduto separatamente ma è, tuttavia, necessario che l'inconciliabilità si riferisca ai f ...
 Ferma restando la ricognizione dei rimedi derivanti dall'articolo 46 Conv. Eur. di cui si dira' a breve - non puo' accedersi ad una lettura "generalizzante" del giudizio esecutivo come luogo flessibile in cui scaricare ogni questione correlata alla esistenza di "vizi o vio ...
In tema di revisione, agli effetti dell'articolo 630 codice procedura penale  lettera c) una perizia puo' costituire prova nuova se basata su nuove acquisizioni scientifiche idonee di per se' a superare i criteri adottati in precedenza e, quindi, suscettibili di fornire sicura ...
 
  - Pagina Successiva >>>
   
   
<<< Torna Indietro